IL PANETTONE: QUEL “PAN DI TONI” 100% ITALIANO

Il panettone è il dolce natalizio italiano per eccellenza. Certo, c’è anche il pandoro, ma è indubbio che la tradizione è consacrata se a tavola, la sera del 24 dicembre, è presente questo pane dolce e profumato.

Provate a chiedere a qualunque italiano cosa mangia la sera di Natale: tutti, da Milano a Palermo, passando per Roma e Napoli, vi diranno - il panettone! –

Imprescindibile presenza durante le feste, oggi il panettone è diventato il dolce non solo della tradizione ma anche rappresentativo dello stivale tutto. Ed è il motivo per cui ormai è facile trovare il panettone praticamente quasi tutto l’anno, specialmente se parliamo di panettoni artigianali, la cui produzione è più limitata, ma per questo più selezionata.

ITALENT_PANETTONE little
I panettoni più buoni sono quelli artigianali, impastati e confezionati manualmente
ITALENT_PANETTONE little
Una fetta di panettone contiene oltre 250 kcal...

Quando parliamo di panettone non possiamo che parlare del classico pane dolce lievitato, arricchito di uvetta e scorze di arancia e cedro candite, il cui impasto, ricco di burro, è aromatizzato di profumatissimo Marsala. Ma le varianti che si sono aggiunte e sostituite alla ricetta originale sono ormai innumerevoli e tutte, chi per un ingrediente chi per un altro, soddisfano i palati di coloro che si avvicinano a questo dolce con curiosità e desiderio per la prima volta.

 

Sono interessanti le sue origini: si narra (ed è il racconto che trova maggior riscontro nella storia) che ai tempi di Lodovico Sforza, Duca di Milano (siamo quindi a fine 1400), nel corso di uno dei suoi tipici e sfarzosi banchetti, il cuoco avesse preparato un meraviglioso dolce lievitato ma che, distratto dalla quantità di lavoro in cucina, lo avesse lasciato bruciare. Colpo di scena, però! Lo sguattero Toni, che aveva messo da parte per sé un po’ dell’impasto con l’aggiunta di  uvetta e canditi, lo diede al cuoco. Questi, infornatolo, lo presentò ai commensali che ne decretarono il successo. Il  dolce da allora divenne popolare presso tutte le tavole regali (e non). Panettone, quindi, da “pan di Toni” la cui traduzione in tedesco è “pan di Toni”...

Italent_Panettone
Il panettone classico contiene uvetta sultanina e scorze di arancia e cedro canditi

Poiché uno degli ingredienti principali del panettone è il lievito naturale, la preparazione casalinga è molto complicata e prepararlo in casa è molto raro. La scelta ricade sempre più sui panettoni artigianali che, con la loro cura e ricerca dei migliori ingredienti, permettono di avere sulla tavola un prodotto gustoso e genuino. La scelta dell’utilizzo del lievito naturale, conosciuto anche con il nome di lievito madre, e la lavorazione manuale sono ciò che fa la differenza in questo prodotto perché rende l’impasto molto più soffice e profumato, distanziandolo nettamente dal sapore dei panettoni industriali. Il risultato è quello di un prodotto altamente digeribile e a lunga conservazione, nonostante non vengano utilizzati conservanti chimici. Per non parlare degli ingredienti segreti che caratterizzano ogni prodotto artigianale: l’uvetta sultanina di Pantelleria immersa nel passito, la manna dolce e zuccherina siciliana, le mandorle croccanti e i pistacchi più deliziosi…insomma, ogni panettone artigianale è una sorpresa!

ITALENT_PANETTONE little lavorazione
Panettoni capovolti: ultima fase di lavorazione di questo delizioso lievitato

Per tutto questo siamo di fronte a un prodotto che risponde decisamente ai canoni di eccellenza che gli italiani si prefiggono, specialmente durante le feste di Natale.

E adesso voi, siete pronti a ordinare il panettone italiano e a farlo diventare la nuova usanza della vostra tradizione natalizia?